fbpx

Come si lavano le porte in legno?

Alzi la mano chi non sa come lavare le porte in legno! Un’annosa questione che periodicamente ci troviamo ad affrontare e che non sappiamo bene come risolvere. Questa occasione porta con sé l’esigenza di spolverare e tirare a lucido una delle parti più importanti dell’abitazione: le porte.

Le porte sono quella parte della casa che in pochi sanno come pulire adeguatamente. per questo analizzeremo i migliori prodotti e metodi per procedere con questa operazione.

Fasi e prodotti naturali

Pulire le porte in legno non è un’operazione semplice, per questo bisogna procedere per diverse fasi e usare dei prodotti non aggressivi.

Prima di tutto è importante rimuovere i residui di polvere dalla porta: solo in questo modo sarà possibile lavare senza nessuno strato di sporco presente. La porta può essere spolverata con dei semplici panni di feltro o un piumino cattura polvere. Conclusa questa fase, si può cominciare con il lavaggio ed è qui che viene il bello!

Ognuno utilizza un metodo diverso e il prodotto che preferisce. Sicuramente scegliere tra un prodotto naturale e un prodotto chimico è la prima operazione da fare.

Tra i classici “rimedi della nonna” rientra sicuramente l’aceto bianco, un classico per la pulizia di tutta la casa. Con le sue proprietà igienizzanti e sgrassanti, l’aceto disinfetta e lucida le porte in legno alla perfezione. Uno dei suoi pregi è che non lascia aloni ed è 100% naturale, quindi anche l’odore risulta molto meno forte rispetto ai disinfettanti chimici. Un tocco di classe sempre a zero impatto ecologico? La lucidata della porta con l’olio d’oliva, che rinforza il legno della porta e allo stesso tempo nutre questo materiale.

Se volete attingere sempre dalla dispensa della cucina, un altro rimedio non convenzionale è l’utilizzo delle patate per rimuovere le macchie dalla porta. Anche il latte e il caffè sono un ottimo alleato per rendere la vostra porta un gioiellino. Il latte aumenta infatti la lucentezza della porta, mentre il caffè è utile per rimuovere le imperfezioni di una porta molto scura.

Un altro metodo per pulire la porta in legno della vostra casa è l’uso del sapone di Marsiglia. Con il suo gradevole profumo, può essere diluito in quattro litri d’acqua e passato sulla superficie della porta con un panno in microfibra. E in caso di una porta in legno con vetro? Il nostro infallibile aceto è sempre il prodotto più indicato, lucidando alla perfezione e senza lasciare aloni. Un altro trucchetto per rimuovere le macchie dalla porta consiste nel mescolare un cucchiaio di bicarbonato in mezzo bicchiere d’acqua, così da creare una pasta densa da applicare direttamente sullo sporco.

Tipologie di porte in legno

Le tipologie di legno sono molteplici e per ognuna di esse c’è un metodo diverso di pulizia.

Nel caso di un legno non trattato, come ad esempio le porte in noce, è sempre consigliato utilizzare panni morbidi e inumiditi con saponi delicati. Per le porte in legno laccate c’è bisogno invece di prodotti specifici, come ad esempio la cera d’api o solventi ad hoc per mantenere la porta lucida.

In ogni caso, per preservare la bellezza della propria porta, la scelta migliore resta sempre usare il meno possibile prodotti con additivi e preferire sempre soluzioni naturali diluiti con acqua calda.

Condividi questo Post!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Il preventivo richiesto sarà gratuito e senza impegno. Compila il form e riceverai una risposta nel più breve tempo possibile.

Categorie

Articoli che potrebbero interessarti: