fbpx

Le classi antieffrazione di una porta blindata

foto di Portoni Blindati

Se state per scegliere una porta blindata avrete bisogno di sapere quali sono le regole e le normative vigenti per acquistare il modello con il giusto livello di sicurezza, per cui per aiutarvi, di seguito parleremo delle classi antieffrazione porte blindate.

Con il termine “effrazione” ci si riferisce a un tentativo di forzatura dei sistemi di chiusura o dei dispositivi di sicurezza che sono porte blindate, finestre, casseforti, mobili.

Per capire meglio quale grado di sicurezza può offrire una porta blindata, questa è dotata di una classe che ne certifica la chiusura antieffrazione in base ad alcuni testi eseguiti.

La normativa europea ENV 1627 e successive stabile 6 classi antieffrazione o classi di sicurezza, si tratta di livelli diversi in base al tipo di serratura e altre caratteristiche della porta.

Per stabilire la classe antieffrazione di una porta vengono eseguite tre prove: la resistenza al carico statico, al carico dinamico e quella all’attacco manuale. I macchinari usati per queste prove simulano dei tentativi di effrazione, in base ai risultati ottenuti si stabilisce la classe di resistenza della porta.

Le 6 classi antieffrazione di una porta blindata

Qual è la classe antieffrazione più adatta? Per saperlo bisogna conoscerne i dettagli e il grado di sicurezza. L’apertura delle porte e le classi di sicurezza sono fondamentali se si vive in condomini o in zone poco tranquille, in questi casi sarebbe da preferire la classe più alta.

Classe 1

Una porta blindata classe 1 ha un grado di antieffrazione molto basso, essenziale. La porta può resistere a uno scassinatore principiante che prova a forzarla con la sola forza fisica, provando con calci, spinte, sollevamenti o tentativi di strappo.

È una porta che può andar bene per le cantine, i garage e i magazzini dove magari si conserva marce di poco valore.

Classe 2

Una porta blindata classe 2 può resistere ai tentativi di effrazione di uno scassinatore occasionale o con poca esperienza che prova ad entrare usando attrezzi di uso comune come coltelli, cunei e piccole tenaglie.

Questo livello di sicurezza è indicata come porta caposcala per stabili industriali o uffici con rischio contenuto.

Classe 3

La classe 3 antieffrazione inizia a dare un livello di sicurezza maggiore, lo scassinatore che utilizza un piede di porco, un trapano manuale o un cacciaviti per cercare di entrare avrà un po’ di problemi a farlo.

Questo tipo di porta può essere usata come porta caposcala di rischio medio e in appartamenti condominiali con una richiesta di sicurezza moderatamente elevata.

Classe 4

La porta blindata classe antieffrazione 4 resiste agli attacchi dei rapinatori più esperti, ovvero, quelli che usano trapani portatili, martelli, seghe, accette. È ideale per proteggere case indipendenti o semi-indipendenti, ville o appartamenti condominiali a rischio.

Classe 5

La classe 5 antieffrazione ha un livello di sicurezza molto notevole. Riesce a resistere agli attacchi di scassinatori esperti, che utilizzano trapani, seghe a sciabola, mole ad angolo con disco.

La porta blindata con classe 5 è adatta per banche, gioiellerie, ambienti militari, ambasciate e per proteggere documenti top secret.

Classe 6

La classe 6 è il livello massimo di sicurezza, le porte blindate di questo tipo resistono agli scassinatori professionisti che usano trapani, mole ad angolo con disco massimo di mm.230 di diametro e seghe a sciabola. Anche questa tipologia di porte è indicata per banche, ambienti militari, gioiellerie e ovunque ci sia bisogno di alzare al massimo la sicurezza.

La classe antieffrazione per la porta blindata di casa

La panoramica sulle classi di sicurezza rende più chiaro quale sia il giusto utilizzo delle porte blindate, se si vive in un condominio o in una casa indipendente la classe 4 è sicuramente quella giusta.

Una porta blindata determina la sicurezza e la tranquillità di una persona all’interno della propria abitazione, per cui deve essere progettata da esperti del settore utilizzando componenti e tecnologie di ultima generazione rivolte ad offrire il meglio della qualità e della durevolezza nel tempo.

Se si acquista una porta blindata, nella maggior parte dei casi si può beneficiare della detrazione fiscale del 65% in 10 anni per il risparmio energetico, che permette di recuperare una parte importante dell’investimento e ammortizzare il restante costo nel tempo.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Il preventivo richiesto sarà gratuito e senza impegno. Compila il form e riceverai una risposta nel più breve tempo possibile.

Condividi questo Post!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Categorie

Articoli Recenti:

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp