fbpx

Come eliminare la condensa dalle finestre

Un problema che si verifica periodicamente in molte abitazioni è quello della condensa alle finestre, oltre ad essere fastidioso può provocare danni, in particolare, all’intonaco, ai mobili in legno o al parquet, a causa dell’aumento eccessivo dell’umidità nelle aree circostanti gli infissi.

Eliminare la condensa è possibile, ma prima è importante conoscere meglio questo fenomeno in modo da poterlo prevenire.

La condensa si verifica soprattutto nei mesi invernali, quando l’aria calda della casa va a contatto coi vetri freddi delle finestre. Inoltre, non si forma solo internamente, ma può comparire tra i vetri delle finestre a doppio vetro, oppure esternamente.

Quando la condensa alle finestre è esterna è del tutto innocua per ciò che riguarda il benessere di chi vive nell’abitazione, mentre è necessario intervenire in caso di condensa interna.

Ridurre l’umidità in casa è fondamentale per eliminare la condensa

La causa principale della condensa è l’umidità eccessiva in casa, dovuta dalla combinazione tra l’umidità relativa all’aria e la temperatura. Poter controllare il tasso di umidità nell’aria e gestirlo può essere risolutivo, per cui è consigliata l’installazione di un igrometro.

Se esternamente la temperatura è molto sotto lo zero, la percentuale di umidità dell’aria in casa deve essere tra il 20% e il 35% per evitare che si formi la condensa, mentre con temperatura tra -15 e +4gradi, il tasso di umidità deve essere tra il 35% e il 50%.

La gestione della temperatura della casa è fondamentale per controllare i fenomeni di condensa sulle finestre e l’igrometro è uno strumento utile per capire quando l’umidità supera il 50%.

 Ridurre l’umidità in casa è possibile tramite l’installazione di griglie, ventole e prese d’aria, in particolare in bagno e in cucina, luoghi in cui l’umidità è maggiore e le possibilità di formazione di condensa sono superiori ad altri ambienti.

Come ridurre la condensa interna delle finestre

È chiaro che la condensa oltre ad essere visivamente fastidiosa, può provocare anche dei danni all’interno della casa, esistono però dei rimedi efficaci per risolvere il problema.

Il primo è quello di dotarsi di un deumidificatore per ambienti umidi e posizionarlo soprattutto in bagno, in cucina e in camera da letto, sarà una buona soluzione per ridurre la condensa.

Ancora, si possono installare dei ventilatori a soffitto che favoriscono la circolazione dell’aria all’interno dei vari ambienti, questo limiterò di molto i fenomeni di condensa sulle finestre.

Un altro modo per eliminare la condensa è quella di aprire regolarmente le finestre permettendo il riciclo dell’aria e facendo fuoriuscire l’umidità presente all’interno dell’abitazione. Dopo aver aperto le finestre, è consigliato passare un panno in microfibra sui vetri per eliminare manualmente i residui di condensa.

Quando il fenomeno si ripete spesso, bisogna prendere in considerazione la possibilità di sostituire le finestre con nuovi infissi in alluminio a doppio vetro, che dovrebbero eliminare del tutto il problema. Grazie ai doppi vetri è possibile isolare l’abitazione e favorire il risparmio energetico.

Come eliminare la condensa sui vetri

Quando la condensa si verifica sui vetri esterni bisogna solo aspettare che evapori grazie al calore del sole, quando invece si presenta tra i vetri bisogna agire.

I rimedi per la condensa sui vetri delle finestre si limitano all’utilizzo di un panno asciutto per pulirli bene e capire se effettivamente si tratta di condensa o di residuo di prodotti utilizzati per la pulizia.

Nel caso in cui è condensa probabilmente bisognerà sostituire quasi sicuramente le unità di vetro e quando non è possibile fare la sostituzione singola, sarà necessario cambiare l’intera finestra.

È da valutare lo stato delle finestre sulle quali i vetri hanno fatto condensa, poiché, potrebbero essere molto usurate e poco funzionali, in tal caso consigliamo di scegliere infissi nuovi, moderni e qualitativamente superiore.

Attenzione ai ponti termici

Se ci sono ponti termici in casa è molto probabile che si verifichino dispersioni termiche che in inverno conducono il calore verso l’interno dell’abitazione. Uno dei problemi del ponte termico è la formazione di condensa e muffe che possono essere molto dannose per la salute.

In consiglio è quello di utilizzare dei serramenti in alluminio a taglio termico che sfruttano l’interruzione della continuità termica del metallo per isolare efficacemente gli ambienti e aumentare il benessere della casa.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Il preventivo richiesto sarà gratuito e senza impegno. Compila il form e riceverai una risposta nel più breve tempo possibile.

Condividi questo Post!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Categorie

Articoli Recenti:

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp