fbpx

Come pulire gli infissi in alluminio molto sporchi

foto di infissi alluminio schuco

Leggero, molto resistente e riciclabile, l’alluminio è l’ideale per realizzare infissi ma ha bisogno, come del resto ogni materiale, di cura e attenzione.

In città come Roma, particolarmente esposte allo smog, o in quelle zone che subiscono, più di altre, gli effetti degli agenti atmosferici, gli infissi si possono sporcare in maniera eccessiva anche se sottoposti a regolare manutenzione. Vediamo come pulire gli infissi in alluminio molto sporco senza usare prodotti chimici e in maniera facile e veloce.

 

Pulire infissi in alluminio: primo passaggio

 

Il primo passaggio, necessario, per pulire quegli infissi in alluminio che sono molto sporchi prevede di togliere lo sporco in eccesso, in superficie, quello che può essere rimosso immediatamente, costituito ad esempio da polvere accumulata nel tempo.

Il valido alleato, per questa prima fase, è rappresentato dall’acqua.

Dopo aver riempito una bacinella d’acqua calda, utilizzare un panno e togliere via le impurità evidenti dai nostri infissi, all’occorrenza sciacquando ripetutamente il panno e facendo attenzione, se gli infissi sono pieni di terriccio, sollevato ad esempio dal vento, di non strofinare: rischieremmo di portarlo in giro, e graffiare le superfici.

L’acqua, mentre toglierà via la polvere in eccesso, inizierà ad ammorbidire le macchie più ostinate. Questa prima operazione può essere accompagnata dall’uso di un pennello – pennelli di vario tipo in destinati a pulizie domestiche dovrebbero essere presenti in ogni casa – per pulire a fondo gli angoli più difficili da raggiungere. Esistono inoltre sul mercato, e sono validi, e da tenere in considerazione, potenti aspirapolvere dotati di beccucci molto sottili in grado di aspirare piccole pietre, insetti, terriccio, da angoli e fessure.

Questa prima operazione di pulizia, molto semplice, permetterà di velocizzare i passaggi successivi.

 

Prodotti per pulire infissi in alluminio: tre metodi con prodotti naturali

 

Dopo questa fase iniziale l’utilizzo dell’acqua dovrà essere accompagnato da altri prodotti.

È abbastanza intuibile il fatto che sul mercato, che prevede numerosi prodotti per le pulizie, esistano anche quelli per pulire infissi in alluminio. Vogliamo però suggerire dei metodi semplici e naturali, che facciano riferimento a elementi facilmente reperibili, economici, presenti in tutte le case e che, soprattutto, non siano inquinanti.

Si potrà dunque procedere in tre modi:

  1. sciogliere del sapone di Marsiglia in una bacinella con dell’acqua calda, lasciare agire e poi asciugare per bene, per evitare che si formino antiestetici aloni;
  2. unire, all’acqua calda, un po’ di aceto e del detersivo per i piatti, lasciando agire, risciacquando e asciugando;
  3. far sciogliere due cucchiai di bicarbonato in acqua calda e poi strofinare con cura con una spugnetta morbida. Il vantaggio di questo terzo metodo è che non richiede risciacquo.

 

Laddove ci siano macchie particolarmente ostinate si può creare un piccolo impasto con acqua e bicarbonato, metterlo direttamente sulle macchie insistendo, se serve, con una spugnetta morbida, lasciare agire per alcuni minuti e poi sciacquare.

Nel caso di infissi verniciati i metodi non cambiano ma è opportuno testare prima le varie miscele su delle piccole superfici e soprattutto evitare l’uso di strumenti affilati per rimuovere eventuali incrostazioni: si rischia di far saltare via la vernice e arrecare dei danni anche alle guarnizioni. Queste ultime, in generale, vanno lasciate asciugare in modo naturale, con l’aria, evitando di strofinare, perché potrebbero rovinarsi.

Gli infissi in alluminio possono essere asciugati con carta da giornale, così come si fa con i vetri.

 

Pulizia infissi in alluminio molto sporco: altri consigli utili

 

Un rimedio per trattare quegli infissi che col tempo hanno perso lucentezza perché costantemente esposti agli agenti atmosferici è rappresentato dall’olio di lino che, usato in piccole quantità su un panno asciutto, permette di riportarli a nuova vita eliminando quell’effetto sbiadito che non è tanto gradevole.

Per le macchie di calcare, invece, depositate ad esempio dalla pioggia, si può utilizzare una miscela di acqua e aceto bianco.

È bene evitare prodotti come l’alcool: molto aggressivo, si può rivelare dannoso per i nostri infissi.

In generale, è valido il motto per cui prevenire è meglio che curare. Una pulizia sistematica degli infissi eviterà di trovarsi ad affrontare lavori impegnativi, anche se è vero che non tutti hanno a disposizione il tempo necessario per farla e inoltre certe zone, come ad esempio quelle di mare, sottopongono i nostri infissi ad aggressioni particolari.

Ad ogni modo, con i semplici metodi che abbiamo elencato, nel giro di poco tempo i nostri infissi possono tornare come nuovi.

Condividi questo Post!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Il preventivo richiesto sarà gratuito e senza impegno. Compila il form e riceverai una risposta nel più breve tempo possibile.

Categorie

Articoli che potrebbero interessarti:

Informazioni Infissi

Alluminio o PVC?

Le principali differenze tra infissi in alluminio e infissi pvc riguardano essenzialmente le particolarità fisiche dei due materiali. Gli infissi in alluminio sono leggeri e robusti,

Leggi Tutto »
Informazioni Infissi

Infissi con sconto in fattura

È arrivato il momento di cambiare gli infissi! Continua, per tutto il 2021, la possibilità di acquistare nuovi infissi – così come portoncini blindati o

Leggi Tutto »